martedì 28 febbraio 2012

L'IMPORTANZA DELLA PROVA



Lettera
7 marzo 2011 0:00
Gentile Aduc, vi contatto per una consulenza su una questione a voi nota ma diversa dalle altre lettere presenti nel sito.
In data 01/03/2011 ho sottoscritto un contratto per un corso di lingua inglese presso una delle sede del Wall street Institute e una richiesta di finanziamento per acquisto di Beni/servizi(il servizio finanziato è il corso, con 26 rate da 149 euro). Non ho corrisposto alla scuola alcuna somma relativa l'iscrizione.
All'atto della firma dei contratti, ho ripetutamente chiesto della possibilità di recesso, che mi è stata a voce garantita come mio diritto. Sul contratto firmato con la scuola, alla condizione particolare "facoltà di recesso" è indicato: "nel caso in cui il presente contratto è sottoscritto in un luogo diverso da un centro Wall street institute, ai sensi del degli art. 45, 47 e 64 del D.Lgvo6.9.2005 n.206 il cliente ha facoltà di recedere dal presente
contratto senza alcuna penalità, senza necessità di indicazione dei motivi". Il contratto con la finanziaria, invece, manca di numero di pratica.
Per svariati motivi, tra cui la pessima reputazione dell'istituto, ho deciso di esercitare questo diritto. Ho contattato telefonicamente lo stesso consulente con cui ho stipulato il contratto e l'ho informato della mia volontà di esercitare il diritto di recesso: mi è stata confermata la possibilità di esercitarlo senza pagamento di alcuna penale. Inoltre, il consulente, rivolgendosi alla direttrice dell'istituto, le ha chiesto della possibilità di propormi una nuova offerta (più vantaggiosa e meno vincolante) e ha affermato che la finanziaria non ha accettato il mio contratto. Mi ha anche invitato
nuovamente a recarmi in sede per "risparmiare i soldi della raccomandata" e annullare davanti a miei occhi il contratto.
Il giorno 03/02 ho comunque inviato raccomandata con ricevuta di ritorno sia alla scuola sia alla finanziaria, a cui ho spedito copia del contratto da me firmato.
Vi chiedo: il fatto di aver firmato all'interno di una sede dell'istituto, può non far valere l'esercizio del diritto di recesso, benché tale diritto sia stato più volte garantito dal consulente stesso? Inoltre,la mancanza di un numero di pratica sul contratto della finanziaria, di cui ho copia, ne annulla il valore? Infine, posso considerarmi libera da ogni vincolo contrattuale all'arrivo della ricevuta di ritorno della raccomandata o devo aspettare
comunicazione scritta?
Vi ringrazio per la consulenza,


Risposta:
il diritto di recesso non e' previsto -salva diversa menzione in contratto- per gli acquisti effettuati presso la sede del venditore, come nel suo caso. Quanto dettole a voce, se supportato da una qualche testimonianza, potrebbe servirle (anche per minacciare di denuncia per truffa chi le ha garantito cio' che non esisteva).

Come specificato già sopra da Aduc è importante che, nel caso, abbiate firmato il contratto e vogliate recedere, prendere nota di tutte le direttive che i consulenti vi daranno, procurandovi dei testimoni o simili, per poi in seguito eventualmente essere in grado di smentirli pubblicamente invitandoli a recedere dal contratto stipulato.

3 commenti:

The Magician ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
The Magician ha detto...

Io non ho parole. Davvero. La gente che scrive qui vuole recedere da un contratto, dopo averlo firmato peraltro, solo perché legge che qualcun altro si lamenta perché, pure lui, il contratto l'ha firmato e poi si è lamentato. Frequento da un anno il WSI di piazzale Flaminio, nessuno usa trucchi per far firmare la gente. Illustrano in cosa consiste il corso e fanno dei normali preventivi.
Da laureato in Giurisprudenza, invito alla prudenza chi scrive parlando di truffe. La diffamazione è un reato che può costare molto caro.
Anche perché c'è tanta gente che frequenta il WSI e che può testimoniare sulla assoluta bontà del corso. I teacher, gente come Lauren, sono ragazzi speciali, tutti madrelingua, che provengono da Galles, UK, Usa e Australia.
E la segreteria è efficiente, cercano di spronarti a seguire, ti telefonano quando manchi da molto. Attenti quindi alle parole che usate per criticare, oltre a quelle dei contratti che firmate.

Anonimo ha detto...

Scusami ma io non ti capisco davvero, qui è riportata una lettera mandata ad aduc, possibile che tutti gli utenti qui siano scemi? quale diffamazione? qui vengono riportate le lettere di chi si rivolge alle istituzioni per via che alcuni consulenti potrebbero avviare pratiche e corsi in maniera non del tutto trasparente!! che poi ci siano anche centri wsi che agiscono correttamente quello è un altro discorso!!!